Caffè di sabato 30 luglio 2022

Sabato della XVII settimana del Tempo Ordinario.
Memoria di Santa Maria in sabato.
di padre Lionello Giraudo.

Buongiorno, cari amici, con il caffè carmelitano di oggi, 30 luglio 2022.

Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 14, 1-12).

In quel tempo al tetrarca Erode giunse notizia della fama di Gesù. Egli disse ai suoi cortigiani: “Costui è Giovanni il Battista. È risorto dai morti e per questo ha il potere di fare prodigi!” Erode infatti aveva arrestato Giovanni e lo aveva fatto incatenare e gettare in prigione a causa di Erodiade, moglie di suo fratello Filippo. Giovanni infatti gli diceva: “Non ti è lecito tenerla con te!”. Erode, benché volesse farlo morire, aveva paura della folla perché lo considerava un profeta. Quando fu il compleanno di Erode, la figlia di Erodiade danzò in pubblico e piacque tanto a Erode che egli le promise con giuramento di darle quello che avesse chiesto. Ella, istigata da sua madre, disse: “Dammi qui su un vassoio la testa di Giovanni il Battista”. Il re si rattristò, ma a motivo del giuramento e dei commensali ordinò che le venisse data e mandò a decapitare Giovanni nella prigione. La sua testa venne portata su un vassoio, fu data alla fanciulla e lei la portò a sua madre. I suoi discepoli si presentarono a prendere il cadavere, lo seppellirono e andarono a informare Gesù.

Carissimi fratelli e sorelle, il Vangelo questa mattina ci racconta la storia del martirio di Giovanni Battista, storia di violenza e sopraffazione, storia di immoralità e di paura, storia di educazione sbagliata data ad una fanciulla innocente, cresciuta nel vizio e lontano da Dio. Ma è anche una storia di fedeltà profetica alla verità e alla giustizia, storia di coraggio nella testimonianza… storia di ieri come di oggi!

Sì, anche oggi c’è chi cede al vizio e chi preferisce camminare con Dio, anche oggi c’è chi abusa del suo potere, piccolo o grande, per averne dei vantaggi personali, e chi umilmente si fa servo della volontà del Padre, servo per amore! Ogni mattina ci svegliamo e dobbiamo decidere da che parte stare. Anche per noi ci sono degli Erode dalla volontà debole ed ebbri di potere, delle Erodiade viziose e astiose, e delle fanciulle viziate, iniziate al male e private della loro innocenza! Anche per noi ci sono dei profeti che ci ricordano la verità e la via della giustizia, c’è un popolo fedele che sa riconoscere il valore della santità e del bene: loro ci incoraggiano, ci spronano nella difficoltà e nella tentazione, gli altri cercano di tirar fuori il peggio di noi.

Solo noi, però, possiamo decidere da che parte stare. Non è facile! Non è scontato! Ma se invochiamo lo Spirito Santo su di noi, se chiediamo la protezione della Vergine Maria, nostra Madre, non sbaglieremo strada, e ogni giorno anche noi saremo testimoni della verità e della giustizia, magari soffrendo qualcosa per questo, ma certamente vivendo da costruttori di pace e di vita vera!

Preghiamo.
O Dio, nostra forza e nostra speranza,
senza di te nulla esiste di valido e di santo;
effondi su di noi la tua misericordia perché, da te sorretti e guidati,
usiamo saggiamente dei beni terreni nella continua ricerca dei beni eterni.
Per Cristo, nostro Signore. Amen.

A voi tutti l’augurio di una buona giornata, insieme con Maria, nostra Madre!

padre Lionello Giraudo
Comunità di Bocca di Magra (SP)

***

Ricevi ogni mattina il testo del Caffè sulla tua email:

***

Visita i nostri siti:

***

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: