Caffè di sabato 10 dicembre 2022

di fra Matteo Colzani
– Comunità di Torino –

***

Buongiorno, cari amici, con il caffè carmelitano di oggi, 10 dicembre 2022.

II settimana del Tempo di Avvento.
B. V. Maria di Loreto.

Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 17, 10-13).

Mentre scendevano dal monte, i discepoli domandarono a Gesù: «Perché dunque gli scribi dicono che prima deve venire Elìa?». Ed egli rispose: «Sì, verrà Elìa e ristabilirà ogni cosa. Ma io vi dico: Elìa è già venuto e non l’hanno riconosciuto; anzi, hanno fatto di lui quello che hanno voluto. Così anche il Figlio dell’uomo dovrà soffrire per opera loro». Allora i discepoli compresero che egli parlava loro di Giovanni il Battista.

Il modo con cui il Signore si rivela a noi, e ci dona segni e profeti, è sempre l’offerta di una parola di salvezza che non forza mai la nostra libertà. Tanto è vero, che dei doni che il Signore ci fa, davvero noi possiamo fare quello che vogliamo. È il destino di molti profeti dell’antico testamento, che sono stati rifiutati. È il destino del precursore di Gesù, Giovanni il Battista. È il destino stesso di Gesù.

La missione di Elia, come quella dei profeti, è ristabilire il vero culto a Dio nel cuore degli uomini, e di Israele in particolare. Ma questo non avviene se non passando attraverso la via stretta del soffrire. Il Signore Gesù porta a compimento la missione di Elia: preannunciato e preceduto da Giovanni, egli ci riporta nella comunione perfetta con il Padre, mediante l’offerta della sua vita.

Così ristabilisce ogni cosa, anche per noi che veniamo dopo tanto tempo. Sta a noi la responsabilità di accoglierlo, perché nel momento presente ci è data la misericordia del Padre, mentre alla fine del tempo verrà il giudizio: di vita per chi si è affidato all’opera della misericordia del Padre, e di morte per chi ha basato la sua vita soltanto su sé stesso.

Preghiamo.
Sorga nei nostri cuori, Dio onnipotente,
lo splendore della tua gloria,
perché, vinta ogni oscurità della notte,
la venuta del tuo Figlio unigenito
manifesti al mondo che siamo figli della luce.
Egli vive e regna nei secoli dei secoli. Amen.

Una buona e santa giornata a tutti!

***

Ricevi ogni mattina il testo del Caffè sulla tua email:

***

Visita i nostri siti:

***

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: