Caffè di giovedì 28 aprile 2022

Giovedì della II settimana di Pasqua.
Beata Maria Felicia, carmelitana.
di padre Marco Poggi.

Buongiorno, cari amici, con il caffè carmelitano di oggi, 28 aprile 2022.

Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 3, 31-36).

“Chi viene dall’alto, è al di sopra di tutti; ma chi viene dalla terra, appartiene alla terra e parla secondo la terra. Chi viene dal cielo è al di sopra di tutti. Egli attesta ciò che ha visto e udito, eppure nessuno accetta la sua testimonianza. Chi ne accetta la testimonianza, conferma che Dio è veritiero. Colui infatti che Dio ha mandato dice le parole di Dio: senza misura egli dà lo Spirito.
Il Padre ama il Figlio e gli ha dato in mano ogni cosa. Chi crede nel Figlio ha la vita eterna; chi non obbedisce al Figlio non vedrà la vita, ma l’ira di Dio rimane su di lui”.

Carissimi amici, Gesù è veramente risorto. Alleluia!

Nel vangelo di oggi ci sono due frasi meravigliose e importanti, che ci possono aiutare a vivere bene questo tempo pasquale da risorti con Gesù risorto.

La prima: “Gesù dà lo Spirito senza misura”.
Ci vuole dire: Gesù non ha il braccino corto, non è tirchio, non sta lì a calcolare o a centellinare. Lo Spirito, Gesù ce lo dà senza misura, in abbondanza, con generosità. Il venerdì santo, morendo sulla croce, cominciò a darcelo: “Chinato il capo, consegnò lo Spirito”; il giorno di Pasqua, soffiò lo Spirito sugli apostoli; il giorno di Pentecoste, mando lo Spirito in pienezza! Oggi ancora, Gesù vuole darci quello che ha di più prezioso, quello di cui anche noi abbiamo più bisogno: il Suo Spirito, il suo Soffio, il difensore, il consolatore, il maestro interiore, lo Spirito Santo. Sta a noi accogliere questo dono.

E la seconda frase: “Chi crede nel Figlio ha la vita eterna”.
Credere, avere fede, avere fiducia in Gesù… La vita eterna non è solo quella che comincia nell’aldilà, dopo la morte. Se credi in Gesù, se ti fidi di lui, se ti abbandoni a Lui, se come santa Faustina dici: “Gesù, confido in te!”, la vita eterna allora comincia già adesso in questo mondo. La vita divina, la vita felice, la presenza di Dio, cominci a sperimentarla già qui e adesso, come lo hanno fatto i santi. Ce lo ricorda santa Elisabetta della Trinità, che scriveva : “Ho trovato il mio Cielo sulla terra, perché il Cielo è Dio, e Dio è nella mia anima!”.

Preghiamo.
O Dio Padre, nel nome di Gesù morto e risorto, donaci il tuo Spirito,
aumenta la nostra fede perché la nostra vita sia un inizio di vita eterna
per noi e per chi ci sta accanto. Amen.

Una santa giornata a tutti voi!

padre Marco Poggi
Comunità di Bozoum (Rep. Centrafricana)

***

2° incontro Amici del Caffè (27/29 maggio)

al Monastero Santa Croce di Bocca di Magra (SP)

***

Ricevi ogni mattina il testo del Caffè sulla tua email:

***

Visita i nostri siti:

***

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: