Caffè di mercoledì 11 maggio 2022

Mercoledì della IV settimana di Pasqua.
di padre Marco Garagnani.

Buongiorno, cari amici, con il caffè carmelitano di oggi, 11 maggio 2022.

Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 12, 44-50).

In quel tempo, Gesù esclamò: «Chi crede in me, non crede in me ma in colui che mi ha mandato; chi vede me, vede colui che mi ha mandato. Io sono venuto nel mondo come luce, perché chiunque crede in me non rimanga nelle tenebre. Se qualcuno ascolta le mie parole e non le osserva, io non lo condanno; perché non sono venuto per condannare il mondo, ma per salvare il mondo. Chi mi rifiuta e non accoglie le mie parole, ha chi lo condanna: la parola che ho detto lo condannerà nell’ultimo giorno. Perché io non ho parlato da me stesso, ma il Padre, che mi ha mandato, mi ha ordinato lui di che cosa parlare e che cosa devo dire. E io so che il suo comandamento è vita eterna. Le cose dunque che io dico, le dico così come il Padre le ha dette a me».

C’è una differenza sostanziale tra il suddito di un re che esegue e trasmette gli ordini del suo superiore verso il popolo a lui affidato, e Gesù rispetto al Padre.

Il suddito esegue gli ordini del Re, per comando gerarchico, e li impone alle persone. Gesù, invece, infiammato e spinto dall’amore filiale verso il Padre e conoscendo che tutto ciò che il Padre gli ha detto è la Verità per ciascuno di noi, si consegna a noi liberamente e non ci obbliga né all’ascolto né all’esecuzione di quello che dice.

Però, Gesù non può tacere ciò che è l’unico vero bene per la nostra vita, e la luce della Verità, che è la volontà del Padre, si impone delicatamente in mezzo alle tenebre del nostro peccato per ricondurci al traguardo della nostra vita che è la gioia eterna.

In questo mese mariano siamo invitati a rivolgerci a Maria e a guardare a lei che fu donna povera e limpida, come un vetro lucentissimo, disinteressata e umile, che ci rese presente e trasparente il mistero totale di Dio e della salvezza. Lo Spirito Santo ci spinga ogni giorno ad imitarla, nella capacità di ascoltare, vedere e credere in tutto ciò che Gesù vorrà dirci.

Preghiamo.
O Dio, vita dei tuoi fedeli, gloria degli umili, beatitudine dei giusti,
ascolta con bontà le preghiere del tuo popolo,
perché coloro che hanno sete dei beni da te promessi
siano sempre ricolmati dell’abbondanza dei tuoi doni.
Per Cristo, nostro Signore. Amen.

Una buona e santa giornata a tutti!

padre Marco Garagnani
Comunità di Arenzano (GE)

***

2° incontro Amici del Caffè (27/29 maggio)

al Monastero Santa Croce di Bocca di Magra (SP)

***

Ricevi ogni mattina il testo del Caffè sulla tua email:

***

Visita i nostri siti:

***

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: